Father and Son - Videogioco per il Museo Archeologico di Napoli

Il MANN: innovazione e archeologia tra passato e futuro

Il Museo Archeologico di Napoli (MANN) ha fatto ancora “storia” diventando il primo museo al mondo a produrre e distribuire un videogioco per tutte le età. Martedì scorso si è tenuta la conferenza stampa per la presentazione del videogame, che sarà disponibile su Apple Store e Google Play a marzo del 2017.

Ma procediamo per gradi, prima vi presento un po’ il bellissimo Museo Archeologico di Napoli, d’ora in poi MANN, e poi vi racconto di più su questo videogioco.

Il MANN e la sua collezione

Tutti conosciamo bene la storia di Pompei ed Ercolano, ma non così bene quella del Museo che conserva gran parte dei reperti trovati nelle città sepolte sotto la cenere del Vesuvio.

Il MANN è tra i più importanti musei del mondo per l’archeologia classica e affonda le sue radici nella monarchia borbonica e nella politica culturale che Carlo III mise in atto.

Oltre ai reperti provenienti da Ercolano, Pompei o Torre AnnuErcole Farnese al Museo Archeologico di Napoli - MANNnziata, il MANN ospita anche la splendida Collezione Farnese, della quale spicca l’Ercole, una scultura capace di emozionare al primo sguardo!

 

Situato in un grandioso palazzo ogni sala del MANN è una nuova scoperta!

L’arrivo di un nuovo direttore: Paolo Giulierini

Due anni fa il MIBACT scelse i direttori di venti grandi musei italiani, tra cui anche il MANN, e fu Paolo Giulierini, un archeologo italiano, a diventare il nuovo direttore di questo museo.

Ho avuto diverse opportunità di ascoltarlo e sono sempre rimasta molto stupita della sua grande voglia di fare e delle sue idee, molto chiare, per il MANN: il museo doveva essere modernizzato e aperto a tutti, specialmente ai più giovani.

Così non mi sorprende che sia il MANN il primo museo al mondo a diventare publisher di un videogame. Qui vi lascio le parole del direttore alla conferenza stampa di martedì che lasciano chiaro cosa significa l’arrivo di quest’innovazione:

“Se si pensa che in tutto il mondo si potrà interagire con i contenuti storici del nostro Istituto e della città di Napoli attraverso questo peculiare strumento, che ormai va annoverato tra le nuove forme d’arte, non si può che essere soddisfatti della nostra disseminazione culturale.”

 

“Se prima erano le sole mostre a parlare del MANN in molte città estere, ora una straordinaria avventura digitale ci farà dialogare con migliaia di potenziali, nuovi visitatori, amanti dell’arte, studenti, soprattutto giovani”.

 

“Father and Son”: Il racconto del Museo Archeologico di Napoli

L’ideazione di questo videogame si deve non solo al direttore, Paolo Giulierini, ma anche a Ludovico Solima, professore associato e docente di “Management delle imprese culturali” presso il Dipartimento di Economia dell’Università della Campania.

La realizzazione è stata affidata a Fabio Viola, Game Producer e Presidente di TuoMuseo. E se non conoscete Fabio Viola, vi posso garantire che è uno dei gamification guru più importanti al mondo. Non mi credete? La classifica Gamification Gurus Power 100 lo situa al nono posto.

“Father and Son”  è un gioco narrativo 2D a scorrimento laterale, che esplora sentimenti quali amore, sogni, paura, attraverso il viaggio di un figlio alla scoperta di un padre archeologo che non ha mai conosciuto. Durante l’esperienza, il protagonista attraversa diverse epoche storiche: dall’antica Roma, all’Egitto, passando per l’età borbonica fino alla Napoli di oggi.

Nuovo videogioco per il MANN

 

Volete saperne di più e non potete aspettare marzo? Non vi preoccupate, nel frattempo potete visitare il sito dedicato al videogioco, la pagina facebook e anche l’account Twitter, così l’attesa non sembrerà così lunga.